Skip to content Skip to footer

Contributo a fondo perduto a favore dei gestori di impianti sportivi

Supportare la gestione e la manutenzione di impianti sportivi

La domanda di contributo va presentata agli organismi sportivi affilianti (Federazioni, Enti di promozione sportiva o Discipline sportive associate), completa di tutta la documentazione a supporto,  entro il 31 agosto 2022. Gli organismi affilianti presenteranno successivamente al Dipartimento per lo sport il prospetto delle domande pervenute e istruite positivamente, mediante compilazione del format predisposto dal Dipartimento per lo sport ( Allegato).

I soggetti che possono accedere al contributo a fondo perduto sono le Associazioni e le Società Sportive che:

  • alla data del 02.03.2022 risultavano iscritte nel Registro Nazionale delle Associazioni e Società Sportive dilettantistiche;
  • alla data del 01.08.2022, data di pubblicazione del  decreto, siano  affiliate alle Federazioni Sportive, alle Discipline Sportive o agli Enti di Promozione Sportiva;
  • abbiano per oggetto sociale anche la gestione di impianti sportivi. Sul punto si ricorda che il Dipartimento per lo sport nell’ambito  delle FAQ pubblicate sul proprio sito in occasione del primo fondo perduto impianti natatori aveva indicato che il requisito statutario relativo alla gestione degli impianti sportivi può intendersi assolto anche se previsto in atto costitutivo e può essere considerato assolto anche con un aggiornamento dell’atto costitutivo, o dello statuto, effettuato entro la data di pubblicazione del d.p.c.m.

Per poter accedere al contributo le ASD /SSD devono soddisfare inoltre seguenti presupposti oggettivi:

a) gestione, in virtù di un titolo di proprietà, di un contratto di affitto, di una concessione amministrativa o di altro negozio giuridico che ne legittimi il possesso o la detenzione in via esclusiva, di un impianto sportivo;

b) avere un numero di tesserati, presso gli enti di cui all’articolo 2, comma 1, alla data di pubblicazione del presente decreto, pari ad almeno 200 unità se tesserati con EPS o 30 unità se tesserati con FSN;

c) presentazione di una dichiarazione asseverata da tecnico abilitato con la quale si attesti che le misure e gli altri requisiti dell’impianto sportivo oggetto della richiesta di contributo siano conformi a quanto dichiarato;

d) presentazione di una dichiarazione di un dottore Commercialista che attesti il numero di tecnici sportivi dilettanti che abbiano ricevuto compensi dalla ASD/SSD e l’ammontare degli stessi tenendo presente che ai sensi dell’art. 4 comma 1, lettera a) del decreto stabilisce che per poter beneficiare del contributo  le ASD / SSD devono aver erogato indennità e/o compensi per prestazioni sportive dilettantistiche ad almeno 4 tecnici, che non siano tra loro parenti ed affini sino al terzo grado, per un ammontare complessivo minimo di 10.000 euro dal primo gennaio 2022 al 30 giugno 2022.

Con riferimento a quanto indicato alla lett. c)  le dimensioni dell’impianto hanno effetto sull’importo del contributo che è pari a euro:

  • 15.000 per palestre ad uso sportivo per ginnastica, danza, fitness, pesistica o altre discipline, anche di squadra, riconosciute dal CONI e dal CIP con una superficie utile lorda compresa tra 200 e 800 metri quadrati;
  • 20.000 per palestre ad uso sportivo per ginnastica, danza, fitness, pesistica o altre discipline riconosciute dal CONI e dal CIP con una superficie utile lorda compresa tra 801 e 1400 metri quadrati;
  • 25.000 per palestre ad uso sportivo per ginnastica, danza, fitness, pesistica o altre discipline riconosciute dal CONI e dal CIP con una superficie utile lorda compresa tra 1401 e 2000 metri quadrati;
  • 30.000 per palestre ad uso sportivo per ginnastica, danza, fitness, pesistica o altre discipline riconosciute dal CONI e dal CIP con una superficie utile lorda superiore a 2000 metri quadrati.
  • 60.000 per palazzi del ghiaccio coperti adibiti agli sport del ghiaccio con superficie ghiacciata pari ad almeno a 30 metri di lunghezza e 15 metri di larghezza.

L'erogazione del contributo avverrà da parte Il Dipartimento per lo Sport previa verifica amministrativa della documentazione ricevuta dagli organismi sportivi, attraverso bonifico bancario, per tramite della Banca Nazionale del Lavoro, su apposito conto indicato dal beneficiario, intestato esclusivamente al codice fiscale delle Associazioni Sportive e Società Sportive Dilettantistiche.

Info
Scadenza:
31 Agosto 2022
Area geografica:
Nazionale
Settore attività:
ATTIVITÀ ARTISTICHE; SPORTIVE; DI INTRATTENIMENTO E DIVERTIMENTO, ALTRE ATTIVITÀ DI SERVIZI
Beneficiari:
Non Classificato
Dotazione finanziaria:
53.000.000 €
Tipo agevolazione:
100% Contributo a fondo perduto
Contributo a fondo perduto a favore dei gestori di impianti sportivi
Sei interessato ad approfondire l’argomento? Clicca sul tasto sottostante, un nostro consulente sarà a tua completa disposizione.
Scopri altre agevolazioni

ETICA D'IMPRESA

Le nuove sfide etiche come volano di competitività delle imprese. Il tema della Responsabilità Sociale d’Impresa (RSI) è sempre più attuale nel mondo dell’economia aziendale e centrale nelle core competence di SEF .

Un approccio strategico e culturale che promuove uno sviluppo coerente con la dimensione valoriale ed etica, recuperando il ruolo centrale della persona e il rispetto per l’ambiente quali fattori di successo per un’economia di mercato altamente competitiva. Sostenibilità e crescita economica delle imprese sono concetti ormai strettamente connessi e interdipendenti. SEF offre servizi di consulenza nei settori della RSI e dei modelli OGS, tra i quali:
  • Bilancio sociale
  • Responsabilità sociale
  • Certificazioni etiche
  • Modello organizzativo ex D. lgs 231/01
  • Rating di legalità

CORPORATE FINANCE

Assistiamo le aziende nella pianificazione di una strategia ottimale, nella diagnosi e valutazione e sul controllo di tutta la struttura finanziaria.

Valutiamo tra gli strumenti alternativi di finanziamento presenti sul mercato il più idoneo al tuo profilo e predisponiamo valutazioni del merito creditizio, elaborando piani finanziari realistici e gestendo i rapporti con gli Enti di riferimento.

ASSISTENZA ENTI PUBBLICI

Una consulenza smart, veloce, che funge da bussola per orientarsi nelle scelte direzionali e commerciali. Collaboriamo con Enti pubblici quali Comuni, Università e Centri di ricerca, garantendo un supporto nello sviluppo delle diverse traiettorie di crescita e proponendoci come connettore tra questi organismi e le aziende private in diversi ambiti. Un supporto che ci vede nella duplice veste di facilitatore per gli Enti che vogliono accedere alle agevolazioni, e di connettore con il territorio e con le aziende che con loro hanno possibilità di interagire.

FORMAZIONE AZIENDALE

EUROPROGETTAZIONE

Ci poniamo al servizio di imprese, enti e associazioni no profit nell’assistenza alla richiesta di agevolazioni a valere su

  • fondi diretti, programmati ed erogati dai governi nazionali, regionali e locali dei paesi membri con l’obiettivo di ridurre le disparità tra le regioni dell’eurozona
  • fondi indiretti erogati dall’Unione Europea, gestiti senza intermediazioni da parte dello Stato, che rappresentano uno strumento fondamentale di finanziamento per progetti e azioni di sviluppo in tutti i settori

SEF è una realtà strutturata che offre consulenze specialistiche in relazione a ogni tipologia di progetto e in diversi ambiti di applicazione, che variano dalla Ricerca Scientifica alla Tutela dell’Ambiente allo Sviluppo del Territorio a quello di Attività Creative e Culturali.

INTERNAZIONALIZZAZIONE

Semplifichiamo l’accesso ai mercati esteri grazie ad una consulenza mirata e qualificata e grazie al sostegno di importanti partner pubblici e privati.

Un attendo studio che si concretizza nella determinazione di uno studio approfondito del mercati target.

SEF è specializzata in:

  • Elaborazione di business plan internazionali
  • Sviluppo commerciale e ricerca partner
  • Finanziamenti per il supporto all’internazionalizzazione
  • Fiscalità internazionale

CONSULENZA DIREZIONALE

Ricerca, analisi del fabbisogno, gap analysis e controllo di gestione, supportate da un costante monitoraggio dei mercati in tempo reale, sono alla base di un approccio teso al problem solving e all’identificazione delle più adeguate soluzioni gestionali, ideato per formulare proposte incisive e generare vantaggi competitivi sul lungo periodo.

FINANZA AGEVOLATA

L’esperienza consolidata, la comprovata serietà e la meticolosità capillare che applichiamo nell’individuare incentivi e finanziamenti agevolati a misura d’impresa ci consentono di dare una risposta concreta a realtà imprenditoriali affermate o in fase di avvio.